Il vento urla rosso

Il vento urla rosso

di M. Luisa Giaccone

"Con gli occhi pazzi, terrorizzati, Sunta era sola, in balìa delle ombre della sua mente che le si materializzavano dinnanzi per torturarla. Il vento urla rosso." Sunta ha vent'anni quando la seconda guerra mondiale infuria. Sunta ha vent'anni quando la seconda guerra mondiale la consuma, lasciandole dei segni nell'anima che niente e nessuno potrà mai sanare. Ma Sunta non è certo l'unica ad aver vissuto in quegli anni, né è l'unica ad aver gioito della rinascita, ad aver danzato e ad aver riso. Perché raccontare la sua storia? Proprio perché la sua è la storia di un secolo che ci guarda da un passato molto vicino. La penna di Maria Luisa Giaccone, minuziosa e scorrevole, ci conduce dolcemente tra le vicende di un tempo sbiadito, ma non ancora antico. Un romanzo che aiuta a mantenere vivo il ricordo e a riconsiderare quello che pensiamo di sapere sulla vecchiaia.