Il diritto di essere un uomo. Antologia mondiale della libertà

Il diritto di essere un uomo. Antologia mondiale della libertà

I mille e più frammenti qui riuniti sono di tutti i tempi: dal III millennio avanti Cristo fino al 1948, data della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Sono di tutti i continenti e provengono dalle culture più diverse. Appartengono a tutti i generi, dal frammento di tragedia all'epigramma, dal testo legislativo al proverbio, dall'analisi politica all'invocazione religiosa, dall'iscrizione funeraria alla favola e alla canzone. È per celebrare il ventesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani che l'UNESCO ha deciso di pubblicare questa raccolta che illustra l'universalità, nel tempo e nello spazio, dell'affermazione e la rivendicazione del diritto di essere un uomo. Il lettore percepirà la straordinaria similitudine, la parentela, la fraternità che appare fra questi testi e che si affermano sin nei contrasti più forti. Vedrà anche aprirsi, da solo, l'ampio ventaglio di temi che hanno ispirato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: persona umana, potere, limiti del potere, libertà civile, verità e libertà, diritti sociali, libertà concreta, educazione, scienza, cultura, schiavitù e violenza, il diritto contro la forza, identità nazionale e indipendenza, universalità, fondamenta e finalità dei diritti. Così, attraverso questa ricerca incessante l'essere umano rivendica, per sé e per l'"altro", il diritto di essere quello che ha vocazione di essere.

  • Editore: Mimesis
  • Categorie: Società
  • Edizione: 2015
  • Ean: 9788857528144
  • Pagine: 556 p.
  • In Commercio Dal: 13/05/2015