Diario (1942-1945)

Diario (1942-1945)

di Jean Cocteau

Nel 1942, a cinquantatrè anni, Cocteau comincia a scrivere un diario, innanzitutto per sè come un dialogo con se stesso: un diario collazionato di documenti, scritto dunque anche per gli altri per compensarsi, per sapere. In queste pagine egli registra il passaggio di avventurieri, opportunisti, accademici.

Scrive su Picasso, Valéry, Colette, su Genet scoperto nel '43.