Non sempre le rose riescono a fiorire

Non sempre le rose riescono a fiorire

di Stefano Morabito

Leila nasce dal ventre di un mostro: una madre che la odia perché frutto di un errore. Fin da quando ha memoria, la giovane ha vissuto le vicende più terribili. Violenza, terrore, umiliazioni, odio e schiavitù, tutto coronato dall'aver sfiorato più volte la morte. Ma Leila è un bocciolo di rosa che racchiude, nella parte più intima di sé, una forza miracolosa, una straordinaria capacità di resistere, di non perdersi d'animo, almeno non del tutto.

Sarà proprio questa sua natura fragile ed indistruttibile a smuovere l'anima di chi non è un mostro, permettendole di conoscere anche l'amore e la cura di persone speciali. Stefano Morabito ci dona un romanzo drammatico e toccante, che lascia un finale aperto per un secondo capitolo conclusivo.