Alle sorgenti

Alle sorgenti

di Mario Prosperi

Ventisette racconti. Un lungo percorso a ritroso attraverso duemila anni di storia in cui convergono le ricerche di due storici e drammaturghi, uno Mario Prosperi - esposto come cattolico, l'altro, di cui resta celato il nome, che il primo considera una sorta di maestro. Una ricerca che il più laico dei due confida all'amico, dopo un viaggio in Palestina, come nata nella sua anima da una "traccia" (di più non dice) del "risorto". Ritrovato suicida dopo alcuni mesi in cui era dato per scomparso, ha lasciato in un suo rifugio alcuni schizzi per una serie di racconti, in cui sono individuati - uno, al massimo due per ogni secolo, fino all'anno del Natale, l'anno zero - figure ed episodi emblematici della storia cristiana con uno sviluppo inatteso e sorprendente, il cui protagonista invisibile è il "risorto" stesso; la sua passione non "rivive" ma vive nell'anima e spesso nel corpo di persone varie, "santi" riconosciuti ma anche rimasti ignorati.