Tracce di vino

Tracce di vino

Tracce di vino rosso

Continua Tracce di Vino. Nutrito Magazine vi guida alla scoperta della denominazione Ghemme DOCG, in Piemonte

Tracce di Vino Bianco

L’ansonica è per eccellenza il vitigno del Mediterraneo, arrivato probabilmente in Sicilia dalla Grecia.

Tracce di vino rosso

Nascere in un luogo bellissimo è sempre una fortuna. È il caso del vino rosso Orcia Doc, proveniente dalla provincia di Siena, paesaggio patrimonio UNESCO.

Tracce di vino rosso

Il velo di pruina sull’acino, il colore tra il grigio fumo e il blu opaco dell’uva, la nota “fumé” del vino: dal grappolo al bicchiere, il Fumin mantiene le promesse del suo nome.

Tracce di Vino Bianco

Nasce tra i trulli e le masserie della Val d’Itria, da terreni calcari e carsici in mezzo agli uliveti. Il colore del vino è verdolino o paglierino chiaro, il profumo è delicato e fine, con aromi fruttati.

Tracce di vino rosso

Quando il Regno di Aragona dominava la Sardegna e la Corsica, il vitigno iberico Bobal fu portato sull’isola. Dal Bobal derivano il Bovale e il Cagnulari.

Tracce di vino rosso

La piccola e preziosa DOC Botticino nasce nella Valverde, proprio sullo sfondo delle cave di marmo. 37 ettari di vigneti che abbracciano le pendici delle Prealpi

Tracce di Vino Bianco

Un antico vitigno autoctono, un tempo diffuso nella zona dell’Albese e fino a Mondovì, da circa quarant’anni riscoperto principalmente nel comune di Novello, in provincia di Cuneo

Tracce di Vino Bianco

I vigneti ammessi alla produzione di Alta Langa DOCG sono concentrati in una piccola porzione di territorio piemontese, sul lato destro del fiume Tanaro.

Tracce di Vino Bianco

Un’uva antica adatta a produrre vini moderni. Questo vitigno può essere considerato l’emblema della crescente attenzione dei mercati per i vini autoctoni.

EDITORIALE

Ilaria Guidantoni

Il Mediterraneo, per la sua caratteristica di essere un mare chiuso, si nutre delle terre che bagna in un rapporto di forte intimità, alimentando una corrispondenza tra le stesse.