Chef Nicola Territo: buon Natale gluten free

Chef Nicola Territo: buon Natale gluten free

Come vivere un felice Natale a tavola se si è affetti da celiachia?

«No problem» è la risposta che senza remore ci dà il giovane Nicola Territo, chef di Trana (Torino).

«Basta comprare gli ingredienti giusti senza glutine in farmacia o al supermercato leggendo bene le etichette e poi lasciarsi prendere dalla fantasia» spiega Nicola, da anni esperto di cucina senza glutine dopo che la moglie ha scoperto di essere celiaca.

«All’inizio non è stato facile – ci racconta lo chef – poi io e mia moglie abbiamo trovato il feeling giusto e adesso pure io mangio le pietanze che preparo per lei. Il segreto è quello di utilizzare degli ingredienti naturali che possano valorizzare ogni sapore e piatto».

Nicola Territo non si definisce uno chef di professione. Per anni ha curato la sezione gluten free per il blog di cucina ‘Giallozafferano’, in seguito ha deciso di cerare un blog tutto suo dal titolo ‘Cucinandosenzaglutine’. Ha creato un gruppo di ascolto formato da persone con familiari celiaci o che sono essi stessi affetti di questa particolare intolleranza che spesso penalizza soprattutto in occasione delle festività natalizie o pasquali.

Ecco le ricette senza glutine proposte da Nicola Territo per il Natale ormai alle porte:

AperitivoAperitivo

Finger food con patatine San Carlo Rustiche e crema di Philadelphia, aromatizzata con emulsione di alici, capperi, menta e aceto balsamico.

antipastoAntipasto

Nidi di code di mazzancolle, salsa di pomodorini e vellutata di fave e formaggio spalmabile (preferibilmente crescenza) aromatizzati al limone e vino bianco. Ricavare un cestino di piadine senza glutine per servire il composto.

primo piattoPrimo piatto

Timballo di pasta con salmone affumicato e besciamella senza glutine. Aromatizzare con erba cipollina e pepe fresco macinato.

salmone in crostaSecondo piatto

Disco di salmone in crosta alternato con un secondo disco con panatura senza glutine di dentice con patate al forno aromatizzate al vino bianco e zucca caramellata.

tiramisùDessert

Tiramisù con savoiardi senza glutine inzuppati nel caffè corretto, con meringa all’italiana preparata con la birra.

La meringa all’italiana è generalmente impiegata come base per altri dolci, ad esempio mousse o semifreddi. Si differenzia da quella alla francese sia per le dosi, sia per il fatto di aggiungere zucchero sciolto in acqua portato ad alta temperatura (121 °C).Utilizzando la birra è possibile abbassare la temperatura a 68 °C. Lo zucchero viene versato negli albumi mentre questi stanno montando. Per il resto la procedura e gli ingredienti sono quelli del tiramisù classico. In alternativa, o in aggiunta, Territo propone anche una coppa di ricotta con mandorle caramellate e alternate da una cialda di cannolo scomposto preparato con miele di castagne.

Chi soffre di celiachia potrà ritenersi sicuramente soddisfatto e magari potrà decidere di cucinare lo stesso prelibato menu gluten free anche per amici e parenti senza rinunciare a gusto e sapore.

Cucinandosenzaglutine…

Daniela Spalanca