Bresaola della Valtellina IGP: benessere e gusto

Bresaola della Valtellina IGP: benessere e gusto

di -
Bresaola-della-Valtellina-Igp

Si è tenuto recentemente a Milano il convegno ‘Siamo ciò che mangiamo’ a cura del Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina. Nella meravigliosa cornice di un palazzo d’epoca di Via Dante, dove è presente con il Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina in collaborazione con Valtellina EXPOne, si è svolto il convegno

Un momento di approfondimento dove la Bresaola della Valtellina IGP è stata protagonista con un altro prodotto simbolo della Valtellina, il grano saraceno. Ospite della serata, l’allergologo e immunologo Attilio Speciani.

Attilio Speciani
Attilio Speciani

Il professor Speciani ha elogiato le qualità organolettiche e nutrizionali della bresaola della Valtellina IGP, sottolineandone soprattutto l’apporto proteico: «La bresaola è una ottima fonte di proteine. Dai valori nutrizionali del Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura) si evince infatti come in 100 grammi di prodotto siano presenti 33 grammi di proteine. È un valido esempio di come ci si possa nutrire in modo positivo per avere benessere e gusto».

Paola Dolzadelli, coordinatrice del Consorzio di Tutela della Bresaola della Valtellina ha, quindi, sottolineato: «La bellezza di questo prodotto, dallo standard qualitativo elevato e costante, sta nel fatto che ancora oggi, pur avvantaggiandosi delle più moderne tecnologie produttive, mantiene un forte connotato di artigianalità legato alla componente umana che è e resta insostituibile. Una combinazione di buone prassi che sono l’eredità di una grande tradizione locale, talmente qualificanti da essere state definitivamente assunte a requisiti essenziali del Disciplinare di produzione».

la Redazione