Pomodoro Pachino IGP

Pomodoro Pachino IGP

Pomodoro Pachino Mare

Chiudete gli occhi e immaginate il sole. Lasciatevi attraversare dal suo fascio di luce, calda e brillante. Sentite il suo calore che si posa sulla pelle fino quasi a bruciare. Adesso ascoltate il sommesso fruscio di una brezza lieve che accarezza la vegetazione che vi circonda. Respirate ora, riempitevi le narici del profumo del mare, lasciatevi invadere i polmoni dal suo sentore salino. Fermi, così. Adesso aprite gli occhi e godetevi la vista di una magnifica costa che si affaccia sulle acque azzurre del Mar Ionio e su quelle verde smeraldo del Mar Mediterraneo… siete in Sicilia, nella provincia di Siracusa, più precisamente vi trovate sulle coste di Pachino.

Adesso giratevi, dietro di voi ci sono capolavori dell’architettura che hanno fatto del comune di Noto la “Capitale del Barocco”, patrimonio dell’UNESCO.

Proprio qui, sulle coste dei comuni di Pachino di Portopalo e parte dei comuni di Noto ed Ispica, da oltre un secolo si coltiva il pomodoro Pachino IGP. Vero patrimonio enogastronomico della regione, il pomodoro Pachino gode di tutte le sensazioni che abbiamo provato a vivere in queste righe.

Il microclima marino di quest’area dalle temperature elevate, il benefico effetto del sole, la vicinanza del mare, la scarsa frequenza di gelate invernali e la salinità specifica delle acque di irrigazione, fanno del pomodoro Pachino un prodotto unico, dal sapore dolce e inconfondibile, dalla buccia liscia e di una lucentezza fuori dal comune.

Pomodoro cilieginoIl pomodoro Pachino IGP, grazie alle sue qualità e anche agli investimenti di valorizzazione e tutela del suo Consorzio, rappresenta, sia in Italia che a livello internazionale, uno dei prodotti più apprezzati dell’agroalimentare siciliano.

In Italia esistono innumerevoli varietà di pomodori, ma il Pachino IGP è senza dubbio la più rinomata per le caratteristiche qualitative che lo distinguono. La reputazione che il pomodoro di Pachino si è conquistato su tutti i mercati è dovuta ad alcuni imprescindibili fattori: il sapore, la consistenza della polpa, la lucentezza del frutto, la lunga durata post-raccolta e l’elevato contenuto in vitamine e antiossidanti.

Costituisce un’importante risorsa non solo economica ma anche sociale e culturale per lo stretto legame con il territorio di produzione.

Il Pachino IGP è talmente popolare che, sempre più spesso, qualunque pomodoro ciliegino a grappolo, in una banalizzazione diffusissima, viene identificato come Pachino.

In tal senso assume un’importanza fondamentale la caratterizzazione del prodotto sia in termini di qualità che in termini di immagine, affinché la sua unicità possa essere riconosciuta ed apprezzata.

Le varietà di pomodoro Pachino IGP sono quattro
Pomodoro IGP Pachino tipologia “Ciliegino”

CilieginoCaratteristico per l’aspetto “a ciliegia” su un grappolo a spina di pesce con frutti tondi, piccoli, dal colore eccellente e il grado brix elevato. Contiene significative quantità di licopene, un antiossidante che svolge un ruolo cruciale nella prevenzione di alcuni tumori, tra cui il cancro del colon. Un consumo abbondante di pomodoro ciliegino riduce il rischio di insorgenza di tumori dell’apparato digerente e della prostata. Il Licopene ha inoltre effetti benefici sia nell’ambito delle malattie infettive, sia nei disturbi dermatologici. L’alto contenuto di vitamina C, consente un’azione riparatrice e rigeneratrice su tutte le cellule dell’organismo.

La sua ottima resistenza post raccolta lo ha reso il pomodoro ideale per i piccoli snack fuori pasto, di grande aiuto nei regimi dietetici per il basso apporto calorico.

Pomodoro IGP Pachino tipologia “Costoluto”

costolutoFrutto di grandi dimensioni, leggermente schiacciato, esteticamente molto attraente, dalle coste marcate, di colore verde molto scuro e brillante. E’ caratterizzato da una polpa morbida e il sapore risulta piacevolmente aromatico. La raccolta inizia in inverno quando buona parte del frutto vira dal verde al rosso. Il pomodoro Costoluto ha conquistato il favore del consumo nazionale sostituendo nel periodo invernale il tondo insalataro.

E’ una delle tipologie che ha contribuito notevolmente all’ottima reputazione del pomodoro di Pachino IGP, storicamente uno dei prodotti più richiesti sul mercato e caratteristici dell’area geografica di coltivazione, in particolare delle aree ad alta salinità di falda tipici della zona costiera di Pachino, Portopalo di Capo Passero ed Ispica.

Pomodoro IGP Pachino tipologia “Tondo Liscio”

tondoliscioPiccolo e rotondo, di colore verde scuro, inconfondibile per il gusto molto marcato. E’ di forma sferica e regolare, di piccola pezzatura ed ha una particolare colorazione peculiare che va dal colore rosso acceso al verde intenso in prossimità del picciolo. I suoi frutti sono di consistenza ineguagliabile. Apprezzato per la sua resistenza post-raccolta, presenta una polpa croccante e un colore brillante ed attraente.

Ha un gusto armonico ed equilibrato dovuto ad un perfetto bilanciamento tra acidità e grado zuccherino.

Per apprezzarne le qualità è consigliato mangiarlo crudo. E’ utilizzato in cucina per arricchire insalate e contorni. Ottimo a spicchi, conditi con olio extra vergine di oliva e sale.

Pomodoro IGP Pachino tipologia “Grappolo”

grappoloneA grappolo o snocciolato, può essere verde o rosso. Tondo, liscio, dal colore brillante e attraente, con il colletto verde molto scuro. Il suo peso varia in base alla salinità del terreno di coltivazione. Grande resistenza alla spaccatura. Ha una polpa consistente e saporita. E’ particolarmente adatto per essere cotto ripieno al forno, o in sughi espressi, ma ottimo anche anche per insalata. Si presenta in grappoli di 5-8 frutti, con pezzatura media di 100-150 grammi. Il gusto ha un giusto equilibrio tra acidi e zuccheri. Ottima conservabilità anche fuori dal frigo. La raccolta si fa quando tutti i frutti del grappolo hanno virato al rosso.

Attenzione alle contraffazioni

Il pomodoro Pachino IGP non è un comune pomodoro ciliegino a grappolo. La sua qualità proviene da specificità climatiche e geografiche irripetibili altrove.

Pomodoro pachino tondo liscioIl Consorzio di tutela del Pomodoro Pachino IGP oltre a difenderne e promuoverne l’autenticità contrastando i tentativi di contraffazione su scala nazionale, si adopera, all’interno della filiera, per garantire una produzione di qualità nel pieno rispetto del Disciplinare di produzione.

Per non essere tratto in inganno da prodotti non autentici, il consumatore deve verificare che sulla confezione sia riportato il logo del Consorzio (raffigurante la Sicilia in arancione con un cerchio nella punta estrema che indica la zona di produzione, il tutto racchiuso in un rombo dagli angoli tondeggianti di colore verde scuro), e il bollino giallo e blu che riporta il marchio comunitario IGP (Indicazione Geografica Protetta).

Cristiana Gandini