Melissa Muller: sapori di Sicilia a New York

Melissa Muller: sapori di Sicilia a New York

Melissa Muller

Questa è una storia di scoperta delle proprie radici. Melissa ha un padre tedesco e una madre nipote di migranti siciliani. Dall’età di due anni le sue estati furono caratterizzate dai viaggi della madre in Sicilia.

Prima di parlare di cucina, parliamo delle tue radici.

Le mie estati in paese, a Sant’Anna di Caltabellotta: ricordo il senso di libertà che provavo a giocare per le vie del paese, da un cortile all’altro in compagnia di bambini che ancora oggi sono i miei migliori amici. Esperienze che non potevo certo vivere nel Queens, il distretto di New York in cui vivevo. È in Sicilia che scopro il ruolo centrale che ha il cibo nella socialità. Non solo per i siciliani, ma per gli italiani in generale. Tutti i momenti sociali, dalle visite tra familiari al semplice incontro per un appuntamento, prevedono la condivisione di cibo.

Cosa ti ha lasciato questo incontro?

Da bambina, al mio ritorno in America dopo le vacanze estive, volevo provare a ricreare i gusti e i profumi di quei piatti. Per me si trattava di un modo per mantenere viva l’esperienza delle estati siciliane. Ricordo che da bambina giocavo fingendo di cucinare e di servire i miei piatti ai compagni di gioco. Avevo chiamato il mio finto ristorante Melissa’s Place; nel mio gioco scrivevo addirittura i menù. Dall’età di 13 anni cominciai a cucinare per davvero in famiglia, anche per le occasioni importanti quali il Natale.

Un sogno di bambina che è diventato realtà…

Nella mia formazione ci sono gli studi presso una scuola di cucina e un Master in giornalismo. Nel 2001 apro il mio primo ristorante. Nel 2010 ho aperto Eolo, che è ispirato alla Sicilia. Qui sto portando tutta la conoscenza delle materie prime che ho acquisito durante i miei viaggi in Italia.

Come imposti il menù?

Eolo è un atto d’amore verso la Sicilia, la regione italiana che rappresenta per me radici e allo stesso tempo ispirazione. Dico ispirazione perché inizialmente io rivisitavo le ricette tipiche. Oggi lascio che la mia creatività si possa esprimere… ma i piatti da me creati contengono sempre un sapore o un profumo siciliano: la ricotta, i ceci, il pesce spada, le sarde o il finocchietto.

Qualche nuovo sogno che si sta per realizzare?

Molti si stanno realizzando in questi mesi. Tra una settimana sarò in Sicilia per girare un video documentario sulle ricette e le persone che stanno dietro agli ingredienti base di questa straordinaria cucina che con orgoglio rappresento in America, nel quartiere Chelsea di Manhattan.

Bar Eolo

Marco Negro
Associazione Legami